Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Appello de L'Araldo per curare la democrazia a S. Margherita di Belice
Appello de L'Araldo per curare la democrazia a S. Margherita di Belice
Appello de L'Araldo per curare la democrazia a S. Margherita di Belice admin
admin - giovedì, 1 marzo, 2012
Visualizzazioni: 80
News [1238]

Quale futuro amministrativo per Santa Margherita di Belice? Tutti, a parole, abbiamo S. Margherita nel cuore. Nei fatti la vanità, l’arroganza, la prosopopea, l’ignoranza, ci fa sfornare una lista di candidati sindaci più lunga di una formazione calcistica. Nessuno pare abbia chiara la situazione economica generale e quella di S. Margherita in particolare. Nessuno prende atto che la “democrazia”, nel paese del Cafè House, rischia di essere compromessa. La borghesia margheritese si è ritirata sull’aventino. Gruppi e gruppuscoli, di amici e familiari, puntano sul “libero mercato” per barattare il loro potenziale pacchetto di voti: 200 voti un assessore, 100 voti un componente in comm. ex art. 5 o un anno nel nucleo di valutazione, e via su questa scia. Gli “operatori politici” o chi vuol “spendersi” per “il bene comune” deve fare i conti con questa democrazia malata. Con la conseguenza che la dialettica politica è congelata. Le idee le proposta devono fare largo alla matematica. Ecco perchè L’Araldo lancia un appello ed una proposta a quanti hanno “Santa Margherita nel cuore”: curiamo il “mal di democrazia” di cui soffre la comunità margheritese prima che sia troppo tardi. La proposta è semplice: la figura del sindaco diventa simbolo di questo malessere della democrazia e, quindi, viene tirato a sorte (per accantonare la vanità e l’egoismo personale) su una rosa di nomi che si candidano (visto che hanno a cuore le sorti del paese) per il consiglio comunale. Per essere più chiari: in quest’ultimi sei mesi è circolato un mare di nomi spendibili o, se si vuole, “disponibili”, a far risorgere Santa Margherita di Belice. Questi, tranne qualche involontaria dimenticanza, i nomi circolati: Abate Ignazio, Abruzzo Rosy, Barbera Salvino, Bonifacio Tanino, Cacioppo Joseph, Cacioppo Domenico, Maggio Calogero, Mangiaracina Giorgio, Montalbano Antonella, Montalbano Erina, Monteleone Antonino, Randazzo Vito, Serra Nicola, Valenti Franco, Ventimiglia Leo, Viola Gaspare. Tra questi nomi – secondo la proposta/appello de L’Araldo - quello che verrà estratto a sorte sarà il candidato sindaco e rappresenterà il malessere dell’intera comunità. Tutti gli altri saranno candidati per il consiglio comunale. I primi eletti rivestiranno la carica di assessore comunale.

Questo l’appello de L’Araldo. Sperando che “il bene del paese” non sia la solita foglia di fico di egoismi ed interessi personali. Si attendono adesioni o controproposte.

                           
Articoli Correlati
L’Araldo ha sottoscritto la raccolta di firme che vede tra i suoi promotori Margò Cacioppo, Lina Monteleone e Pinetto Di Prima. L’appello che sta alla base.... Il sindaco Santoro continua a far notificare le famose "cartelle pazze" per oneri concessori e per sanzioni già prescritti. L'Araldo è in grado di pubblicare il.... Se il Comune di Santa Margherita di Belice ha perso il ricorso deciso dal TAR contro l'ing. Joseph Cacioppo, sulla questione degli oneri concessori, la colpa è.... Riceviamo e pubblichiamo In riferimento al concorso indetto da L'Araldo tendente a conoscere il nome del progettista del piano regolatore generale di Santa Margherita di.... L'Araldo aderisce alla campagna di sensibilizzazione promossa dall'arch. Franco Graffeo su tre importanti questioni di decoro urbano margheritese: palazzo Saieva, la parte....